Location per eventi a Roma zona Corso Vittorio Emanuele

Facebook   Twitter   Google   Email  

Tale  location  è un eccellente esempio di architettura rinascimentale e la sua storia è ricca di curiosità  Il palazzo, che si trova nel centro storico di  Roma  ad oggi, è sede del Tribunale  Ecclesiastico. Dal grandioso scalone si arriva al Salone dei 100 giorni, così chiamato perchè Giorgio Vasari si vantò di aver affrescato in soli 100 giorni la grande sala al primo piano rappresentante la vita di Paolo III Farnese. Vasari quando si vantò con Michelangelo di aver terminato così velocemente il lavoro, questi, ironico, rispose: “E si vede!”.

Il palazzo fu poi anche vinto al gioco. Il cardinale Raffaele Riario, nipote del defunto Papa Sisto IV della Rovere, in una sola notte del 1492 realizzò una vincita al gioco di 14.000 fiorini (circa 6 milioni di euro) ai danni del nipote del Papa Innocenzo VIII, Franceschetto Cybo.

Il porporato impiegò questa enorme cifra per attuare dei cambiamenti al palazzo, che voleva diventasse la sua dimora. Proprio in questo periodo venne costruito il cortile interno da parte del Bramante. Alla fine però, i lavori richiesero più della cifra vinta al gioco, ma il cardinale Raffaele Riario aveva così tanto denaro a disposizione da poter sostenere senza problemi queste cifre stratosferiche.

Successivamente il Palazzo della Cancelleria andò in rovina a causa dell’incendio divampato durante il saccheggio di Roma.

Durante la Seconda Repubblica Romana del 1849, per un breve periodo si riunì qui il Parlamento romano.